Archivio News

Vite da volontari #15: la storia di Danny e di Eden che aveva molta fretta di conoscere suo papà.




Per la nostra rubrica “Vite da volontario” vi parliamo di Danny Zerek e di sua moglie Tali, per una storia che è davvero uno di quei “miracoli” che accadono a chi sceglie di dedicare la propria vita a salvarne altre. Proprio uno di quei miracoli così belli che vogliamo raccontare…in attesa di Chanuccà.


Danny Zarek è un soccorritore di MDA e sua moglie Tali era incinta di 38 settimane, quando le si sono rotte le acque nel cuore della notte. Con l'ospedale più vicino a 30 minuti di strada nessuno dei due era troppo preoccupato, ma in pochi minuti le contrazioni di Tali sono aumentate rapidamente e la loro corsa in auto ha incontrato un posto blocco inaspettato sull'autostrada da Modiin a Tel Aviv.


La coda era lunga e Danny ha cominciato a intuire che non sarebbero mai arrivati all'ospedale in tempo. Così si è fermato all'uscita più vicina e ha chiamato il numero di emergenza di MDA. A peggiorare le cose in quel momento il telefono usato da Danny per chiamare i soccorsi era un vecchio modello senza GPS, cosa che grazie alla tecnologia applicata da MDA avrebbe potuto geolocalizzarlo facilmente. Così il volontario che ha risposto alla chiamata ha aspettato in linea fino a quando Danny ha potuto sentire le sirene dell'ambulanza.


In pochi minuti l'ambulanza dell'unità mobile di terapia intensiva (MICU) con due paramedici li ha trovati. Tali è stata caricata sull’ambulanza con Danny a seguirli in auto fino in ospedale almeno fino a che non ha visto un‘ambulanza con luci lampeggianti sul ciglio rendendosi conto che era quella che trasportava la moglie. Qualcosa non era andato proprio come previsto…


Danny si è fermato e ha aperto porte del mezzo giusto in tempo per vedere spuntare la testa di sua figlia e aiutare i due paramedici, Eyal Roth e Arin Tagger, a far nascere la sua bambina, Eden. Tali e la piccola Eden sono stati trasportati allo Shamir Medical Center e l'intera famiglia Zarek sta bene.


Danny è in MDA da più di 5 anni, ma non aveva mai assistito a un parto in ambulanza. A quanto pare sua figlia ha voluto regalargli questa emozione alle 2.30 del mattino, sul ciglio di una strada di Israele.