Archivio News

Come prepararsi a un disastro aereo (sperando che non capiti mai)




Prima di tutto non spaventatevi guardando le foto: è una esercitazione, ma il realismo è impressionante, così come i numeri coinvolti che ne fanno una delle più grosse simulazioni di MDA per prepararsi a una vera catastrofe sperando che non si verifichi mai. Intitolata Eagle, l’esercitazione ha avuto come scenario lo schianto di un velivolo sulla pista dell’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv con 250 persone a bordo ed è stata uno sforzo congiunto tra l'Autorità Aeroportuale Israeliana, Magen David Adom, la Polizia israeliana, i Vigili del fuoco e altre organizzazioni di emergenza. Tutto è cominciato con un messaggio di allerta diramato dalla torre di controllo, al National Command and Control Center della MDA, in cui si segnalava il malfunzionamento di un aereo di linea, al quale è seguito l'incidente vero e proprio sulla pista al momento dell'atterraggio. Da quel momento i team di MDA hanno fornito cure mediche, assistendo 250 passeggeri feriti, interpretate da altrettanti volontari e sono intervenuti simulando il triage e l'evacuazione delle vittime, anche attraverso l’elisoccorso. MDA ha schierato 8 unità mobili di terapia intensiva, 20 ambulanze, 5 MCRV (Multiple Casualty Response Vehicle), 2 veicoli di supervisione paramedica, Medi-Cycles, 2 veicoli di comando e controllo regionali, un camion di comando e controllo nazionale e centinaia di paramedici e paramedici MDA.


L’obiettivo dell’esercitazione era la valutazione dei protocolli di emergenza, i tempi di una risposta rapida e coordinata tra tutti gli enti coinvolti, la gestione delle cure mediche immediate e dell'evacuazione dei feriti. Secondo Eli Bin, Direttore Generale della MDA: "L’esercitazione si tiene una volta ogni due anni e ci dà l'opportunità di mettere in pratica le capacità di Magen David Adom, rafforzando la collaborazione fondamentale tra l'organizzazione di pronto intervento e l'autorità aeroportuale. Mi auguro che non saremo mai chiamati a uno scenario dal vivo, ma se avremo bisogno di farlo, MDA è in grado di rispondere in pochi minuti, con più di 100 veicoli di emergenza, e allo stesso tempo di continuare a fornire la risposta alle emergenze mediche di routine. Non c'è dubbio che questa esercitazione dimostra le alte capacità professionali dei membri del nostro team”.