Archivio News

Il sangue non ha colore: il Presidente della mezzaluna rossa giordana racconta l’amicizia con MDA


“Forse abbiamo delle differenze, ma i punti in comune sono molto più forti. Il colore del sangue non distingue tra arabo, ebreo o non credente. Se per mobilitare le persone ci vuole un nemico, noi abbiamo per nemici le pandemie, l’ingiustizia sociale, la povertà”. Sono le parole di Mohammed Al-Hadid, Presidente della Mezzaluna Rossa della Giordania. Un sostenitore di lunga data di Magen David Adom, che nel 2006 ne caldeggiò l'ammissione al Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. Da allora il simbolo del Magen David racchiuso in un diamante è visibile accanto alla croce e alla mezzaluna ed utilizzato da MDA ogni volta che opera all'estero.


Ospite d'onore di un pranzo organizzato da MDA UK per celebrare il primo anniversario degli Accordi di Abramo, Al Hadid ha parlato di come la formazione in Israele abbia aiutato ad equipaggiare i paramedici nel suo Paese a far fronte alla crisi del Covid, usando parole di elogio per il servizio di emergenza israeliano: “È un'organizzazione fantastica. Abbiamo inviato un gruppo di studenti giordani in Israele. Avremmo potuto inviarli in altri paesi o con un'ora d’auto farli viaggiare ogni giorno tra la Giordania e Israele. Invece hanno trascorso quattro anni lì, conoscendo molti amici. MDA li ha formati e addestrati bene. Ora molti di loro lavorano nel nostro centro e sono stati determinanti nell'emergenza Covid”. Al Hadid ha rivelato inoltre che la collaborazione continuerà e i Giordani prenderanno parte a un seminario a Tel Aviv a dicembre per prepararsi all’eventualità di terremoti nella regione.

Il Presidente della MDA UK Russell Jacobs ha commentato così la serata: "C'era un palpabile senso di unione verso uno scopo comune: siamo pronti ad affrontare insieme le sfide umanitarie della regione di qualsiasi natura, attraverso iniziative congiunte di formazione incrociata e condivisione di tecnologie, sfruttando l'impegno di Israele e le risorse locali di MDA a beneficio dell'intera regione”.

Durante l’incontro è stato annunciato che la forte relazione sviluppata tra MDA e la Mezzaluna Rossa giordana, attraverso il lavoro umanitario del Dr. Al-Hadid, sarà ampliata con i nuovi partner di Israele nei prossimi mesi e tra questi potrebbe esserci proprio l’Italia. Il Presidente della Mezzaluna Rossa Giordana ha infatti già accettato con piacere l’invito a visitare il nostro Paese per incontrare i tanti amici che lo aspettano qui.