Archivio News

Vite da volontari #16: meno male che c’era Inbal



Le tante spiagge di Israele destinate a una nuotata nel Mediterraneo sono sempre pattugliate dai volontari di Magen David Adom, ma il mese scorso Inbal Rauchwerger-Dayan si trovava in un posto fuorimano, dove era vietata la balneazione, per godersi semplicemente una serata con la sua famiglia, quando ha sentito grida di aiuto e ha notato delle braccia che si agitavano in aria. Inbal, che è una soccorritrice di MDA, sapeva bene cosa fare: ha chiamato subito il servizio di emergenza di MDA e ha mobilitato tutti per portare a riva gli incauti bagnanti, alternarsi nel praticare la Rianimazione Cardio Polmonare a una vittima e indirizzare le ambulanze alla spiaggia dalla strada principale.

Quella sera ha salvato sei persone che erano andate a fare una nuotata in acque pericolose. Grazie Inbal!