Aggiornato il: 4 giorni fa


Abbiamo promesso di aggiornarvi sulla nuova Banca del Sangue di Ramle: ed è un piacere annunciarvi che, grazie al vostro aiuto, siamo a buon punto nella realizzazione di un'opera che darà un contributo indispensabile a salvare vite umane. Specie in una nazione come Israele, soggetta ad attacchi terroristici e con un popolazione dove sono presenti tanti gruppi sanguigni rari.


La nuova Banca del Sangue sarà una sede super sicura di MDA costruita con ben 3 livelli sotterranei, unica al mondo per il contenuto di plasma raccolto e per il fatto che ospiterà anche un centro d'importanza mondiale nella Ricerca Ematologica.


Per finire quest'opera abbiamo però bisogno ancora di qualche mattone, quindi cliccate qui per saperne di più e mandare il vostro contributo.

Sarà anche un modo per essere ricordati, o ricordare qualcuno che vi è caro, nell'elenco dei benefattori che sarà ben visibile nella struttura.



Aggiornato il: 4 giorni fa


Cos'è meglio? Usare 13 ambulanze per trasportare 13 pazienti o un mezzo unico che presti la stessa opera di soccorso per tutti in una volta sola e nello stesso tempo? Magen David Adom ha usato la classica intraprendenza israeliana per risolvere uno dei problemi fondamentali posti dal COVID-19 (ma non solo), ovvero come muovere un certo numero di pazienti mantenendo le misure di sicurezza e fornendo loro assistenza medica. Il risultato è stato convertire autobus urbani in unità di terapia intensiva, in collegamento costante con la centrale operativa.: questi mezzi possono trasportare e trattare fino a tredici pazienti alla volta. Due più gravi distesi nei letti al centro del bus e altri undici nella parte posteriore. Il mezzo, entrato in servizio a maggio è stato utilizzato recentemente per evacuare nove residenti da una casa di cura del sud di Israele, operazione che altrimenti avrebbe richiesto 9 ambulanze molto più preziose altrove. Questo sistema è particolarmente utile in questi giorni in cui Israele assiste ad una ripresa del COVID-19 e manda al mondo l'invito a non abbassare la guardia. Ma potrebbe diventare anche cruciale in caso di incidenti con un alto numero di feriti, come per esempio in seguito a malaugurato attacco terroristico. Come sempre per MDA, da un problema nasce un'opportunità per salvare altre vite. 


Si parla di noi e della festa on line per i nostri 90 anni su Shalom Channel, il notiziario web della Comunità Ebraica di Roma. Nel servizio di Giorgia Calò e Luca Clementi si spiega il lavoro quotidiano di Magen David Adom in Israele e il supporto all'organizzazione fornito da MDA Italia Onlus. A Cesare Efrati, medico e responsabile della sezione romana degli Amici di MDA, il compito di raccontare come durante il lockdown MDA si sia prodigato per assistere la popolazione israeliana e per prevenire la diffusione del virus, ma anche di ricordare il continuo scambio di informazioni utili tra Israele e l'Italia durante l'emergenza.



Magen David Adom Italia ONLUS

sede legale via Balicco 63 - 23900 Lecco (LC)

email info@amdaitalia.org
tel +39 392 006 9690
IBAN IT05X0325001600010000011165
codice fiscale 92067200136

  • Facebook
  • Instagram
  • LinkedIn

© 2020 MDA Italia ONLUS

Photo credit: Amar Amit, Eliran Avita,

Assf Berzinger, Assi Dvilanski,

Yehezkel Etkin, Nathan Kudinsky,

Ido Rosenblat, Eli Wissl

MDA Operational unit